Fagiola di Caria

Fagioli di Caria Tradizione Proprietà terapeutiche

Fagiola di Caria
I Fagioli (in dialetto: Sujaca) di Caria vengono coltivati nella provincia di Vibo Valentia da diversi secoli, nel territorio di Caria e di Zaccanopoli, essi devono la sua tradizionalità e qualità, sia alla particolarità della cultivar e sia alla tecnica di produzione rimasta invariata nel tempo. Le particolari condizioni microclimatiche dell’area dell’altopiano del Poro, conferiscono al prodotto una qualità organoletticamente superiore a quella degli altri fagioli prodotti in altre zone anche limitrofe.

I fagioli vennero introdotti in Europa nel sedicesimo secolo ad opera degli Spagnoli e dei Portoghesi.
Per secoli è stato molto importante perchè definita la “carne dei poveri”, in sostituzione della carne, riservata solo ai ricchi di quel periodo infatti i fagioli hanno un valore nutritivo paragonato alla carne.

Rappresenta tutt’oggi una tradizione culturale cuocerla nella “Pignata di terra cotta” posta sul camino a legna rigorosamnete di ulivo, insieme al peperoncino calabrese piccante all’olio extravergine è possibilmente accompagnato da un buon vino sono un mix di alimenti genuini.

Uso gastronomico: i fagioli sono la base della cultura gastronomica contadina calabrese, spesso utilizzati con la pasta, in alternativa al posto della carne per il suo elevato valore nutritivo.

Proprietà terapeutiche: sono ricchi di proteine e di vitamina A e C, calcio, fosforo, ferro e potassio, riduce inoltre il colesterolo.

Sujaca (Fagiola) Cotta a legna